FOCE DEL TAGLIAMENTO

edit

By Luca Gorini

L’ambito della foce era meta tradizionale degli abitanti di Lignano e degli altri paesi della zona; in questo punto c’era una spiaggia, contornata dalla pineta, utilizzata abitualmente come luogo di balneazione, per grigliate all’aperto e altre attività ricreative. La pineta è oggi parzialmente occupata dal Camping e la spiaggia, a seguito delle numerose piene del fiume, si è molto ridotta, scomparendo del tutto in alcuni tratti. Per consentire la difesa e il graduale ripristino della riva sabbiosa, recentemente sono stati eseguiti dei lavori di messa in sicurezza e consolidamento della sponda fluviale; queste opere hanno consentito anche di realizzare un nuovo percorso pedonale, che dalla darsena “Marina Uno” arriva alla spiaggia, denominato “Passeggiata Hemingway” in ricordo dello scrittore americano che a lungo soggiornò in questo territorio.

Nonostante la foce rappresenti il tratto terminale di un grande fiume, essa conserva un elevato grado di naturalità: gli abitanti ancora ricordano quando, nel 2002, qui si pescò un “favoloso” Pesce Luna, oggi esposto al museo delle valli di Marano per le sue notevoli dimensioni. Chi frequenta oggi quest’area ne apprezza soprattutto l’atmosfera appartata e tranquilla, che nemmeno le numerose attività sorte lungo la sponda sinistra sembrano poter intaccare: l’ampiezza dell’alveo e il lento scorrere delle acque del fiume in questo tratto, l’aprirsi della vista sul mare aperto e il silenzio del vento, ispirano istintivamente un senso di pace e serenità.

comments

comments for this post are closed