SPIAGGIA DI LATISANOTTA

edit

By Luca Gorini

La spiaggia di Latisanotta è una vera sorpresa. Ci si arriva superando l’argine a nord del paese, addentrandosi lungo i sentieri che si diramano nell’area golenale; quasi d’improvviso, ci si trova a calpestare una sabbia dorata e finissima che si immerge dolcemente verso l’acqua cristallina del fiume. Quando lo sguardo si apre sulla riva ci si sente trasportati in un’altra dimensione: l’intera spiaggia, lunga tanto da abbracciare la grande ansa che fa il fiume a Latisanotta, è avvolta da fitti boschi ripari (i “boschetti”) che ne esaltano l’aspetto di naturalità intatta, mentre più dietro, le alte arginature ammutoliscono i rumori e i suoni del paese. Vi è una stretta relazione tra queste aree boscate e la riva sabbiosa del fiume, in quanto le prime offrono a chi la frequenta un riparo naturale dalla calura estiva. A conferma di questo, nel folto dei boschetti sono sorte capanne fatte con rami, canne e tronchi reperiti in loco, quali punti d’appoggio per vivere la spiaggia. Più a nord le sponde del fiume sono più impervie e conducono a improvvisi strapiombi, segno evidente dell’incessante lavorio della corrente e delle periodiche piene, che mutano continuamente la geografia di questi ambiti.

Un tempo questi luoghi erano molto vissuti dalla comunità, soprattutto durante la bella stagione. Ancora oggi la spiaggia di Latisanotta è utilizzata come punto di ritrovo e balneazione da parte della popolazione, soprattutto dei giovani, che amano immergersi nel silenzio incantato e nella bellezza senza tempo di questi vasti spazi.

comments

comments for this post are closed